Questa è solo la terza volta che Bitcoin ha scambiato oltre 10.000 dollari per 28 giorni

Dal primo commercio Bitcoin nel 2010, la criptovaluta è stata scambiata a prezzi diversi, compreso un massimo storico vicino ai 20.000 dollari alla fine del 2017. Tuttavia, un prezzo raramente ripetuto è la fascia di 10.000 dollari in cui il Bitcoin ha mantenuto una pausa piuttosto costante nelle ultime settimane.

Uno sguardo alla storia dei prezzi della Bitcoin

Uno sguardo alla storia dei prezzi della Bitcoin mostra che questo è il terzo periodo più lungo in cui BTC è rimasta sopra i 10.000 dollari e che il livello potrebbe essere il principale supporto della cripto-valuta, almeno per tutto il tempo in cui l’attuale slancio rialzista continua.

Come mostrato nel grafico sopra, l’attuale stint di 28 giorni equivale al record durante l’encierro di Bitcoin del 29 luglio. Ma ci vorrà più del doppio dello stesso numero di giorni per eguagliare e potenzialmente superare il record di 63 giorni stabilito tra novembre 2017 e gennaio 2018.

Anche se la longevità di quest’ultimo trend Bitcoin è ancora da determinare, vari dati sulla catena, riportati dagli analisti OKEx, indicano la conclusione che il supporto di 10.000 dollari potrebbe tenere per un periodo più lungo.

Secondo i dati, un numero notevole di trader ha acquistato bitcoin in diversi periodi in cui i prezzi della moneta variavano tra $6.200 e $9.700, registrando profitti per la maggior parte delle posizioni alla fine della giornata. La pressione di vendita, d’altra parte, ha iniziato a diminuire quando il numero di trader che hanno acquistato Bitcoin a 10.000 dollari è aumentato.

Il rapporto così affermava:

Queste osservazioni – insieme all’apparente mancanza di pressione al ribasso che si muove in avanti e al sentimento generalmente positivo del mercato intorno a questa recente azione di prezzo – suggeriscono che i giorni di mercato di trading di Bitcoin sotto i $10.000 possono essere numerati.

Un’altra scala che può essere utilizzata per considerare

Un’altra scala che può essere utilizzata per considerare per quanto tempo questa tendenza continuerà è quella dei dati raccolti dall’indice della paura e dell’avidità.

Si tratta di un pezzo di conoscenza diffusa che il mercato cripto opera sulle emozioni; questo perché i trader di solito si affrettano a possedere le valute quando ci sono bastoni ulteriormente spinti dalla paura di perdersi. Il crypto fear or greed index metric si basa su dati provenienti da diversi fattori. Utilizza questi dati per „analizzare i sentimenti e le emozioni dei trader e degli investitori in qualsiasi momento nel mercato delle valute criptate“.

Con Bitcoin che continua a commerciare oltre i $11.000 e l’indice di cripto paura e avidità che ha raggiunto livelli record di „avidità“ recentemente, c’è una considerevole possibilità che la cripto-valuta possa finalmente aver trovato una casa oltre i $10.000.